in Arte

Analogicamente Digitali e Retronautici

Un certo Slave Zombie ha compilato questo esauriente compendio di blog che utilizzano la scrittura analogica strettamente dattilografica come strumento espressivo. Interessante corrente di pensiero.

I corrieri cosmici degli anni settanta, nella loro versione britannica, hanno sempre avuto una vena tra il gotico soprannaturale e il nostalgico rurale. Lo sanno quelli della geniale etichetta Ghost Box, autentico scrigno discografico delle meraviglie per chi ha avuto modo, generazionalmente parlando, di vivere questi mondi musicali ora dimenticati. La loro scuderia propone progetti e artisti a dir poco sopraffini per originalità e a volte sconcertante aderenza ai modelli della BBC d’annata. Tra questi, Belbury Poly. Assaporiamoci questa oscura esperienza tra cieli alieni e megaliti…