La Poesia del Pipistrello

Mammiferi in Volo

In volo su tetti, ringhiere e recinti,
appeso ora a tesa corda d'acciaio e neon,
ti ho sognato, folle magister inselvatichito,
ed eri divenuto quello che forse eri,
abbandonata la veste nera per quella bianca.
L'eco delle tue parole,
ora di supplente timido e accorato,
riverberato dalle aule anch'esse imbiancate
risuonava, dolce dono all'alunno,
debole e biascicato
lungo l'infinito labirinto e atrio vuoto,
mentre riprendevo a volare
come facciamo tra un balzo e l'altro
noi pipistrelli di questa notte.

Acqua Suono e Oscura Vegetazione Aliena

Polle d'acqua del fantasy anni settanta
sono tornate, da foreste che liberano
il loro fumoso odore, resine e orizzonti
della percezione.
Sul pelo del dorso animale saliamo
alla ricerca di elaboratori, led ghiacciati
e telepatie cartacee.

In fondo anche questo laboratorio è una grande matassa di liane e alberi, luci colorate, versi di animali che non riusciamo completamente a scorgere e profumi di piante altrettanto sconosciute. Ho puntato il telescopio su questa zona dello spazio profondo. Intravedo mondi completamente azzurri, dove pesci primordiali sguazzano liberi.

Minimal Archeo Poem

Giungono ai macchinari dell’osservatorio suoni lontanissimi e ancora più lontani. Una performance di Laurie Anderson del 1977, per esempio. E molte altre cose che sanno di plastica e pellicole in bianco e nero. Mi parlano della purezza. E poi più avanti, verso il postmodernismo sempre più acceso.

Immagino il 1983 come epoca pura,
ricordo il 1983 come tale, puro, appunto,
in quanto epoca prima delle epoche,
epoca prima del poi.
Epoca appunto prima del poi, il 1983,
in quanto epoca prima delle epoche poi,
lo ricordo o lo immagino ricordandolo,
puro, appunto, distillato nell'oscurità
di un istante infinitamente dipanato.
Epoca in quanto istante ricordato
e infinitamente dipanato, purezza
prima delle epoche poi.
Immagino il 1983 ricordato come epoca pura,
ricordandolo come immagine prima del poi,
istante infinitamente dipanato.
Immagino il 1984 come epoca pura, ma poco meno.
Ripetere sfumando?

https://www.youtube.com/watch?v=05waR1K_vDM

Frammento Arcaico d’Amore e Politica

La telescrivente dell’osservatorio registra anche i miei sogni. Questa notte è stata la volta di uno spaccato luminescente di strane epoche trascorse e dimenticate; epoche intrise di ideali, bandiere e palpitanti passioni politiche tradotte in sentimento. Riporto per esteso la trascrizione.

Erano le strutture lignee,
da poco inaugurate per la gioia di noi,
giovani imbrattatori, che da subito,
inchiostro rosso alla mano
abbiamo minuziosamente lordato:
perfette assi trasversali,
geometrie civiche esagonali
sotto il bianco sole.
Eri bella e di un biondo di cenere e fumo,
un naso a patata, ideali infiniti,
danzanti in quel mattino limpido,
lungo ogni direzione del cosmo,
e la mano mi tenevi,
mentre come te ad occhi chiusi
sussurravo:
solo con i poeti mi sono sempre trovato,
fossero fascisti, anarchici o mistici,
solo con loro.
E anche per questo sentivo
che anche tu mi amavi,
mentre un tiepido vento ci correva incontro
dai colonnati della polis.

Cronache Suburbane e Accensioni Improvvise

Annotazioni per una poesia che non ho ancora delineato nel dettaglio. Dopo Anni Luce ho deciso che le mie incursioni nel territorio letterario poetico seguiranno mappe completamente alternative. Pensavo a qualcosa di sottilmente pulp e nel contempo ottocentesco.

Primi arrivano i grigiastri figuri,
che deambulano catatonici
e infestano centri commerciali e centri cittadini.
Poi i demoni dell'oggi, prima laidi, poi eleganti,
che nella loro ferocia onnivora osservano il mondo
dall'alto del potere.
Infine noi, minoritari combattenti resistenti,
chiusi in scatole di vetrocemento
e armati di mitraglie laser.

A proposito di letteratura. Ieri — non scherzo — mi hanno proposto di scrivere un romanzo erotico. L’editore considera la pubblicazione una cosa fatta. Sulla scia delle (noiosissime) sfumature di grigio ho proposto come titolo il mio numero civico. Ma non sono molto convinto. Le macchine che mi circondano qui nell’osservatorio sembrano vagamente eccitate, ma comunque non sono molto convinto.