in Poesia

La Poesia del Pipistrello

Mammiferi in Volo

In volo su tetti, ringhiere e recinti,
appeso ora a tesa corda d'acciaio e neon,
ti ho sognato, folle magister inselvatichito,
ed eri divenuto quello che forse eri,
abbandonata la veste nera per quella bianca.
L'eco delle tue parole,
ora di supplente timido e accorato,
riverberato dalle aule anch'esse imbiancate
risuonava, dolce dono all'alunno,
debole e biascicato
lungo l'infinito labirinto e atrio vuoto,
mentre riprendevo a volare
come facciamo tra un balzo e l'altro
noi pipistrelli di questa notte.