in Opinioni

Qualche Parola in Rosa

https://twitter.com/philalb3rtin/status/823140129200074752

Una folla oceanica che manifesta — anche, intendiamoci, per cose giustissime — non è necessariamente indice di azione comune, coerente e coordinata. Anzi, forse il contrario: in gruppi troppo grandi non ci si può parlare, non si hanno rapporti diretti.

Queste sono le mie impressioni sulle marce “anti-trumpiane” che hanno in queste ultime ore animato le strade statunitensi, e non solo. Non si tratta di una critica ideologica. Anzi, il contrario. Non potrei essere più contrario alle politiche rappresentate dal nuovo presidente degli States. Ma non si tratta di questo. Si tratta, nel mio caso, di riconoscere (anche se in parte) in tali movimenti le stesse dinamiche che riconoscevo in fenomeni come quello delle FEMEN.